venerdì 20 aprile 2012

INFORMAZIONI REDAZIONALI


INFORMAZIONI REDAZIONALI


Tecnologie utilizzate per la realizzazione di questo blog
                                                    
Vogliamo una tecnologia che faccia di più per noi, 
che ci fornisca soddisfazione e piacere ... 
che ci diverta, addirittura.

Abbiamo scelto ... PDF
E' il formato che utilizziamo per la spedizione delle Dispense e ci consente inoltre di pubblicare i nostri fascicoli in un continuo sviluppo e trasformazione a seconda delle esigenze redazionali o di nuove acquisizione di sussidi.
E anche perché PDF
  •  è un formato gratuito;
  •  per leggere PDF serve il programma Adobe Reader gratuito in rete;
  • usa poche risorse del computer;
  •  ci permette di azzerare i costi di stampa e di distribuzione delle Dispense;
  • possiamo salvare le Dispense sul PC stampando su carta solo se utili;
  • diamo un nostro piccolo contributo per salvare il pianeta.
... YouTube e GoogleVideo
A completamento dei contenuti già presenti nelle Dispense abbiamo pensato di fornire una accurata selezione (in questo momento inevitabilmente soggettiva e parziale) di video o filmati che troverete negli altri Post del presente Blog. Per fornire questo servizio abbiamo utilizzato dei 'complici gratuiti' che ci hanno permesso la ricerca e la edizione di interessanti documenti difficilmente pubblicabili altrimenti.
... Archivio LePera 
Tommaso Le Pera, uno dei migliori fotografi di Teatro in Italia collabora con la Bibliotec@ mettendo a disposizione il data base degli spettacoli che ha fotografato a partire dagli inizi degli anni '60. 'L’archivio, unico nel suo genere, è composto da circa 4000 spettacoli con fotografie realizzate prevalentemente da Tommaso Le Pera e dai figli Pino e Achille. Viene continuamente aggiornato con l’aggiunta dei nuovi spettacoli fotografati. I negativi vengono rilegati in fascicoli è quindi creata una scheda dove sono riportati tutti i dati dello spettacolo; dal titolo, all’autore, regista, scenografo, costumista, musiche di scena, teatro e data del debutto, quindi personaggi e interpreti e tutte le altre notizie identificative dello stesso'.


Per migliorare a amplificare i servizi offerti ai Collaboratori e Lettori della Bibliotec@ sono graditi originali contenuti, suggerimenti e segnalazioni  - Redazione   spettacolo.popolare@gmail.com

Per ulteriori informazioni -  Direttore Responsabile: Silvio Bastiancich
 tel. 011 51.740.31 cell. 347 26.01.571 -  bastiancich@gmail.com
MODALITA' DI PUBBLICAZIONE  COPYLEFT
  • Le Dispense i Post e tutti gli altri materiali pubblicati nella Bibliotec@ Popolare dello Spettacolo hanno esclusivamente finalità culturali, storiche didattiche (articoli 85-86-87-90-91-92 Legge 633/1941) non commerciali.
  • L'autore (o chi ne detiene esclusiva titolarietà, anche per ragioni ereditarie) che propone dei materiali alla Bibliotec@ dovrà condividere le modalità del  Copyleft - Completo o Parziale  in uso per la sua realizzazione e dovranno sottoscrivere liberatoria di pubblicazione e distribuzione. I materiali pervenuti saranno pubblicati solo dopo l'approvazione della Redazione. 
  • Alcuni contenuti pubblicati sono tratti dalla Rete senza che sia stato possibile risalire agli eventuali titolari dei diritti d’autore. Se comunque gli interessati ce lo faranno sapere sarà nostra cura riportarne l’Autore, l'Editore e l'anno di pubblicazione. 
  • La Redazione e i collaboratori di Bibliotec@ lavorano a titolo gratuito senza nulla pretendere per il loro loro lavoro o per i materiali proposti.

Organizziamo la conoscenza ...

Le Dispense della Bibliotec@ Popolare dello Spettacolo non hanno la presunzione, almeno per ora, di essere una raccolta esaustiva degli argomenti trattati, ma vanno intese come un valido e stimolante materiale in corso di lavorazioneContributi, documenti, immagini e progetti grafici utili ai profani o alle nuove generazioni che vogliono avvicinarsi al patinato mondo dello spettacolo, o solo scrutarne il dietro le quinte, e ai colleghi siano essi artisti, organizzatori, tecnici, ricercatori, studiosi, studenti o critici dello Spettacolo dal Vivo. Colleghi, novelli o navigati, a cui chiediamo di utilizzare le Dispense e gli altri servizi proposti dalla Bibliotec@ come stimolo per progettareleggere o reinterpretare un percorso professionale a contatto con la polvere del palcoscenico, e da impiegarle come manifesto strumento dei nostri pensieri, delle nostre utopie, delle nostre memorie. Racconti e idee da condividere con complici e lettori, per contribuire così alla realizzazione di una vera e propria biblioteca sempre puntuale e in continua evoluzione. Sviluppo che può realizzarsi e perfezionarsi solo se supportato da una tecnologia in grado di sostenere questa sfida. Per questo abbiamo deciso di proporre una originale metodologia editoriale che si avvale dell'ausilio  degli apparecchi  elettronici e delle tecnologie offerte dalla Rete. Opzione inevitabile per una pubblicazione di nicchia che deve trovare un nuovo palcoscenico per un pubblico esigente che richiede competenza, credibilità e valore dei contenuti, pronto a rinunciare ad inutili orpelli editoriali. Una interessante opportunità che abbiamo deciso di donare agli Amici della Bibliotec@ Popolare dello Spettacolo.   
UNA IMPRESA COLLETTIVA DI IMPEGNO CIVILE
Possiedi un dattiloscritto, un saggio, un testo teatrale o quant'altro di interessante che per vari motivi non sei mai riuscito pubblicare, o pubblicati ma ormai fuori catalogo, che ti interessa diffondere? Oppure ti interessa 'adottare' uno dei nostri Mestieri dello Spettacolo? o una delle voci presenti nel Nuovo Trattato Condiviso di Scenotecnica ... pubblicati nella Collana CantieriInsomma, se ti piace scrivere, ricercare o proporre una tesi sull'affascinante mondo dello Spettacolo dal Vivo spedisci le Tue proposte, o una sinossi, alla Redazione della Bibliotec@ ti contatteremo al più presto per la pubblicazione e distribuzione gratuita attraverso il nostro blog. L'obiettivo della Bibliotec@ Popolare dello Spettacolo è quello di creare un originale progetto editoriale dedicato allo Spettacolo dal Vivo e di valorizzarlo in quanto spazio utile per la formazione, il confronto, il dialogo e la cooperazione tra artisti, artigiani, studenti, studiosi, operatori e critici; così da proporre un servizio sempre più puntuale in continua evoluzione. Una fervida comunità operante che esercita il gesto del dono come originale forza in grado di proporre nuove modalità di impegno civile di consapevolezza collettiva e di solidarietàConcepire una impresa collettiva significa credere nell'efficacia dei sistemi di dono reciproco dove nella pratica al dono può fare seguito un contro/dono. Tali scambi assumono la forma di prestazioni e controprestazioni 'a preferenza' volontarie, cioè di doni fatti e ricevuti senza una contropartita concordata. Per mettere in pratica questa nostra impresa abbiamo trovato una soluzione di comodo che si avvale degli apparecchi elettronici, ormai sempre più presenti nelle case e nei nostri uffici, e delle tecnologie disponibili gratuitamente in Rete. Crediamo che sia, anche economicamente, l'unica strada per il momento percorribile. Una scelta editoriale che ci consente di confidare in un futuro propizio. 
Segnaliamo due significativi documenti del Teatro Valle Occupato (Andrea Camilleri - Ugo Mattei)